ANBI
ANBI ad EFIB2016: SCONTI per i Soci

Un accordo strategico di notevole importanza è stato siglato dall’Associazione Nazionale Biotecnologi Italiani con l’organizzazione di European Forum for Industrial Biotechnology and the Bioeconomy (EFIB 2016), che si svolgerà a Glasgow dal 18 al 20 Ottobre prossimo.

ANBI, grazie alla rivista Prometeus – ANBI Magazine, sarà Media Partner del congresso, assieme alle più importanti associazioni, consorzi e realtà nel panorama biotech Europeo.  Prometeus, in collaborazione con il Direttivo ed i soci ANBI, coprirà l’evento con interessanti notizie ed interviste.

EFIB, lo European Forum for Industrial Biotechnology and the Bioeconomy, è infatti l’evento di punta nel panorama della bioeconomia e delle biotecnologie industriali europee, ed attirerà oltre 700 esperti e professionisti del settore.

I soci in regola con l’iscrizione hanno diritto ad uno sconto del 15% sul costo del biglietto di ingresso.

Un accordo di valore per i soci ANBI, poiché il valore di questo accordo strategico è di 205 € per ciascun biotecnologo che voglia iscriversi al Congresso.

Per poter avere il codice, ti invitiamo a scrivere una mail a segreteria_anbi@www.biotecnologi.org.

Cosa è EFIB 2016?

  • Networking con oltre 650 partecipanti in tutta la catena del valore bioeconomia e incontri 1-a-1 precedenti
  • Assistere alla keynote di Paul Gilding, ex direttore di Greenpeace internazionale, l’ ex consigliere scientifico principale della UE, Prof Anne Glover e Mark Simmers di Celtic Renewables
  • Capire di più sullo spostamento delle biotecnologie industriali in avanti come un abilitatore dell’economia circolare con intuizioni da parte della Commissione Europea DG ENV e DG crescere, Ellen MacArthur Foundation, Ecover, WRAP e bbia
  • Nuovo per il 2016 – Tre sezioni dedicate, con 6 temi che offrono intuizioni chiave su materie prime, le innovazioni, i prezzi del petrolio, che investono in IB, prospettive globali e il nostro primo PitchFest
  • Visita l’area espositiva con partner di ogni paese: dal Regno Unito a Partners, francesi, olandesi e fiamminghi.

Vedi più sui punti salienti di cui sopra.